Un master per strateghi in Social Media: #EU3SMM

Un Master … penserete: uno dei tanti sui Social Media e Marketing Digitale, uno come tutti gli altri. Io, invece, ero certa che sarebbe stato diverso. E così è stato: un susseguirsi di piacevoli sorprese. Fin dall’inizio.

# L’importanza dei Social Media: le interazioni
Appena varcata la soglia dell’aula, l’importanza di alimentare le connessioni social, dell’essere presenti sui social media (anche se con una rete di medio-piccole dimensioni) si è palesata in un’accoglienza più calorosa di quella che normalmente si manifesta in presenza di persone ancora sconosciute. Basta, infatti, una conoscenza pur virtuale che sia, è sufficiente seguire i post di qualcuno e magari interagire con lui, conoscerne i punti di vista per sentirlo un po’ più vicino, più complice. E, a volte, è sufficiente vedere dal vivo una persona il cui profilo è già stato visualizzato sul web, per far accendere una luce negli occhi e affiorare un sorriso sulle labbra, forse dovuto alla sorpresa di trovarsela difronte in carne ed ossa o semplicemente per il fatto di averla riconosciuta, trasmettendole così calore umano e simpatia.

# Il punto di vista strategico
Come nel Risiko, è importante la strategia! È questo l’approccio dato al corso: le nozioni di base (fondamentali come una bussola per non perdersi nel vasto mare dei social e puntare dritto verso i propri obiettivi) sono state arricchite con indicazioni strategiche su come pianificare le proprie attività sui diversi social media, qualsiasi fosse l’argomento trattato.
Un’altra piacevole sorpresa? La politica, intesa come “prodotto” da comunicare nel web, un tema solitamente trascurato durante i corsi di marketing digitale. In realtà è un settore in cui si ha bisogno di imparare a comunicare con i cittadini utilizzando i nuovi punti di contatto offerti dal web. È un settore a cui si possono applicare le stesse tecniche di new-business adottate per altri settori merceologici, ma che richiedono anche uno studio più approfondito del “pubblico” di riferimento, gli elettori, del loro atteggiamento nei confronti delle Istituzioni, delle loro opinioni, degli atteggiamenti sottostanti la scelta elettorale e delle dinamiche di voto.

EU3SMM

# Come evitare alcuni errori?
Un altro regalo inaspettato offerto dai docenti del corso è costituito dalle indicazioni in merito ai tool più funzionali da adottare e utili per sopravvivere nella selva oscura del marketing digitale, che spaziavano, ad esempio, dal monitoraggio dei siti web per l’ottimizzazione in ottica SEO, ai tool utili per realizzare un’analisi del sentiment, a quelli necessari per gestire e pianificare la diffusione dei contenuti.
Da non tralasciare anche il grande valore aggiunto apportato dai case history. Tanti casi di come alcune aziende abbiano utilizzato i social media: imparare da ciò che è stato fatto da altri prima di noi, dai loro casi di successo e facendo tesoro dei loro errori commessi, costituisce una fonte inestimabile di sapere, soprattutto in un ambito in continua evoluzione, come è quello del web.

# Lezione: appresa!
Un giudizio su questo master? Naturalmente l’opinione è soggettiva: dipende dagli obiettivi di ciascun partecipante e dal livello di conoscenza di questi strumenti.
Ritengo che il mio giudizio positivo sia già stato espresso chiaramente nelle righe precedenti. Vi riporto però qualche opinione espressa dai miei compagni di corso (che ringrazio per la gentile autorizzazione 🙂 ), con i quali abbiamo subito creato un gruppo chiuso su Facebook.
Quale risultato migliore per un master, se non quello di indurre i propri studenti a creare immediatamente una propria community intorno a questi temi?

#EU3SMM_Master_-_opinioni

Un commento su “Un master per strateghi in Social Media: #EU3SMM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *