Post come Guest

IFTTT_-_ReciptQuali tools utilizzare per facilitare le attività sui Social Media e risparmiare tempo?
Un’interessante infografica ne propone 10, alcuni più noti, altri meno, come IFTTTIf This Then That, uno strumento molto potente, in grado di creare una piattaforma strategica per connettere le interazioni che avvengono sui diversi canali. IFTTT consente di personalizzare i propri automatismi e creare delle azioni specifiche, che portano a dei risultati programmati: si può impostare una sequenza IFTTT (detta “ricetta”) così che alcune specifiche azioni “If This” su un canale (ad esempio Facebook, LinkedIn, ecc…) tramite il “Than That” conducono ad altre azioni su un altro canale. Ad esempio:

  • If This: “Ho fatto check-in su Foursquare”
  • Than That: “Crea uno status su Facebook”.

 

 

Diritto all'oblio
Un modulo per chiedere di rimuovere i link a contenuti falsi od obsoleti, per ricerche effettuate sui motori di ricerca, che coinvolgono delle persone.
Un modulo che viene preso in considerazione da Google, valutato attentamente da un team responsabile delle rimozioni, che procede esaminando ogni singolo caso, per stabilire se rimuovere questi link in base all’interesse pubblico.
Cosa possono fare i Webmaster, se non concordano con queste decisioni?
Hanno anche loro a disposizione un modulo, quello per il reintegro dei contenuti da compilare dettagliatamente e indicare la rilevanza del contenuto per l’interesse pubblico.
Resta ancora aperto il dibattito che vede contrapposte la difesa della privacy e l’oblio dei dati privati da un lato e il diritto alla libera informazione dall’altro.

 

 

CTR - Trucchi per prevedere traffico al sito
I trucchi per prevedere quanto traffico proviene dalle prime posizioni della SERP?
I valori del CTR opportunamente calcolati e applicati.
Da una recente ricerca effettuata da MOZ e basata su una metodologia più scientifica rispetto a quella adottata in indagini simili, sono emersi i valori del CTR  da utilizzare per prevedere il traffico verso un sito web.
Questi valori sono molto più precisi, in quanto tengono in considerazione alcune variabili, come la tipologia di keywords, la motivazione della ricerca, il tipo di device utilizzato, la ricerca brandizzata, ecc…

 

 

digital future

Un’analisi di cosa sta succedendo ora negli Stati Uniti, per prevedere quali scenari si riproporranno in Italia in un prossimo futuro in ambito digital: il 2013 è risultato essere un anno spartiacque nel mondo digitale. È un anno caratterizzato dal cambiamento, per il nuovo modo in cui le persone si sono rapportate alle nuove tecnologie, per come si sono modificati i paradigmi dei nuovi media e di come si sia esteso il business della pubblicità sul digitale e dell’e-commerce. Si tratta pertanto di cambiamenti profondi, in quanto coinvolgono soprattutto le persone, ne hanno modificato l’atteggiamento e il comportamento, come ad esempio nei confronti del mobile, dei social media, della pubblicità, della ricerca e dell’e-commerce.

 

 

Come si diventa SEO Specialist - simonatova

 

Occorre innanzitutto avere alcune caratteristiche personali, quali:

  • capacità analitiche, razionali
  • capacità creative, di iniziativa
  • capacità strategiche
  • capacità di scrittura e di sintesi
  • capacità comunicative.

Oltre a queste, occorre acquisire delle competenze tecniche, come ad esempio:

  • conoscenza dell’IT applicata al web
  • conoscenza dei linguaggi di programmazione
  • conoscenza delle tecniche SEO white hat e black hat
  • conoscenza dei diversi tool utili ad ottimizzare un sito
  • conoscenza di Google Analytics
  • conoscenza di Google Webmaster Tool
  • conoscenza di Google Plus.

Per acquisire queste competenze e ottenere un discreto livello di professionalità occorre seguire un buon corso, studiare almeno un buon libro; aggiungere una grandissima passione, mescolare con un po’ di pratica su 3 o 4 siti (alcuni dei quali devono essere vostri) e … voilà …  in circa 9-10 mesi sarete un buon SEO Specialist Junior.

Fiducia online - simonatova

Un potenziale cliente visualizza il nostro sito … gli piacerà? Cosa penserà del nostro sito? Tornerà a visitarci? Acquisterà i nostri prodotti?

E intanto, in un ventesimo di secondo, nella mente del potenziale cliente si sono già attivati dei meccanismi che lo hanno portato a darsi se fidarsi di noi o no.

E tutto questo solo grazie ad un solo senso: la vista.

Come fare dunque? 4 semplici accorgimenti da adottare sul nostro sito per rassicurare il visitatore e convincerlo che può concederci la sua fiducia.

 

buyer-story-mapping-model-tony zambito

 

 

Il Personas Marketing e la sua visione focalizzata sulle persone, dove si cambia prospettiva e si adotta il punto di vista dei propri clienti. Ma come costruire questi archetipi, questi modelli necessari a identificare dettagliatamente i propri clienti? Attraverso l’analisi dei dati disponibili sul proprio sito web; l’ascolto delle conversazioni che avvengono sui social media e le interviste, le ricerche effettuate sui propri clienti reali.

 

 

 

 

 

Wikipedia_-_seociologist

 

 

È un’ “enciclopedia libera” che si differenzia dalle altre in quanto può essere implementata dal pubblico stesso: ognuno può contribuire alla creazione delle voci, modificandole e migliorandole. È come deve essere un’enciclopedia presente nel web 2.0: deve basarsi sull’interazione tra le persone, sulla dinamicità dei contenuti, con un lettore non più passivo, ma divenuto soggetto attivo.

Come fare per contribuire? Focalizzandosi sulle fonti, sulla loro attendibilità e sulla loro autorevolezza.

 

 

 

 

Epic_browser_how_does_it_works

 

 

Google - Movie preview Fonte: Nielsen

 

Google autocomplete

 

 

 

 

 

 

 

storytelling-677x241

 

 

 

 

 

 

Google-Creative-Sandbox_1

 

 

 

 

 

 

Google entra in politica

 

 

 

 

 

 

 

AleAgostini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *