Ehi, bellezza, togliti la maschera

Il trucco perfetto, ciglia lunghissime e folte, le unghie rifatte e ben curate, i capelli acconciati alla perfezione. Un bel vestito appena acquistato per esaltare il fisico magro e ben fatto. Lo specchio per ammirare nella sua interezza l’immagine: perfetta! Bellissima! Sexy!

Ma sei tu?
Ma sei veramente tu?
Ma ti piaci davvero così?

Getta la maschera! Non aver paura! Lo fai solo per piacere agli altri, per essere come gli altri. Ma perché prestare attenzione al giudizio altrui?

Devi trovare il coraggio di non cambiare nulla di te: togliti il trucco pesante, sciogliti i capelli. Riguardati allo specchio e riconosciti nella figura riflessa: sei bella anche così, quando, da sola, sei veramente te stessa.

Questo è il messaggio di Try, una canzone della cantautrice statunitense Colbie Caillant, un messaggio potente veicolato da un video essenzialista, ma già divenuto virale: figure femminili vestite di bianco su sfondo bianco. Null’altro. Donne truccate da mani esperte, che poco alla volta svelano se stesse, come sono veramente al di sotto della maschera cosmetica indossata. Senza filtri. Donne normali, di qualsiasi età e di qualsiasi conformazione fisica, accomunate dall’avere il coraggio di mostrarsi senza trucco ad un vasto pubblico (raggiunto attraverso questo video).

 

 

Un nuovo inno alla bellezza semplice, naturale, non artefatta da interventi estetici o da un make up eccessivo, capaci da un lato di trasformare una donna in una cover girl, ma anche in una perfetta sconosciuta, privandola della sua identità.

Così il tema della bellezza più naturale, meno artefatta e anoressica, si sta diffondendo sempre più. Avevo già parlato in alcuni post precedenti dei video di Dove e della sua comunicazione volta a riformulare, assieme a delle teen agers, i canoni della bellezza e a rendere le donne più consapevoli del proprio fascino personale, che deriva soprattutto dalla propria unicità, da un insieme di caratteristiche fisiche e caratteriali che ci contraddistingue da qualsiasi altra persona.
E ora una cantante, che decide coraggiosamente di andare contro corrente, di levarsi il trucco davanti una videocamera mettendo a nudo le proprie imperfezioni di essere umano e mettendo così in gioco il suo personal brand, la sua immagine, per esporsi apertamente a potenziali critiche di quei fans capaci di soffermarsi solo sull’aspetto esteriore.

Il video è un invito a modificare il proprio atteggiamento, ad essere se stesse: un filo di trucco per mettere in risalto alcuni particolari e nascondere i piccoli difetti; un appuntamento dal parrucchiere per sistemare i capelli; un’alimentazione sana e dell’attività all’aria aperta per essere più in forma … perché no, se viene fatto solo per se stesse, per sentirsi meglio? Non si deve cambiare il proprio aspetto solo per conformarsi agli altri, per corrispondere alle aspettative altrui, o ai falsi canoni di una bellezza creata artificialmente: in questo caso si perde davvero la propria identità e la propria vera bellezza, ossia la propria unicità.

E se una persona difronte ad uno specchio riesce a vedere quasi esclusivamente i propri difetti più che le caratteristiche positive, è giunto per lei il momento di acquisire maggior consapevolezza e imparare a valutare i propri pregi, a credere di più in se stessa, ad amarsi così come è, anche con quelle imperfezioni che ognuno di noi ha.

E ora, alzati. Vai davanti ad uno specchio e guardati negli occhi, individuando ed elencando ad alta voce, solo ed esclusivamente, le caratteristiche positive che sono in te.
Abbi coraggio! Sforzati! Io le vedo! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *